Vuoi ricevere l’indennità di disoccupazione? Attenzione al requisito contributivo!

Ai disoccupati spetta la cd. NASpI, un vantaggioso sussidio economico per sopperire alla mancanza dello stipendio. Ma per ottenerlo sono necessarie due importanti condizioni.

La NASpI è l’indennità di disoccupazione che viene riconosciuta ai lavoratori subordinati che hanno perso il lavoro in maniera involontaria. Rientrano in tale categoria anche gli apprendisti, i soci lavoratori di cooperative, il personale artistico e i dipendenti a tempo determinato delle Amministrazioni Pubbliche.

indennità disoccupazione
I disoccupati possono richiedere l’indennità NASpI (cityzen.it)

Poiché la disoccupazione deve derivare da eventi involontari, il sussidio non può essere percepito nel caso in cui il rapporto lavorativo si sia concluso a causa di dimissioni o risoluzione consensuale.

Fanno eccezione le dimissioni per giusta causa, le dimissioni sopraggiunte durante il periodo di maternità obbligatoria (cioè dai 300 giorni antecedenti la data presunta del parto e fino al compimento del primo anno di età del bambino), la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, decisa nell’ambito della procedura di conciliazione presso la Direzione Territoriale del Lavoro e la risoluzione consensuale derivante dal rifiuto del dipendente a trasferirsi presso una diversa sede della stessa azienda, situata a più di 50 chilometri dalla residenza del lavoratore.

Per legge, l’indennità di disoccupazione può essere riconosciuta anche in seguito a licenziamento con accettazione dell’offerta di conciliazione e a licenziamento disciplinare. Ma, per ottenere la NASpI, è obbligatorio che intervenga anche un’altra condizione, ossia che il richiedente abbia maturato una certa anzianità contributiva. Scopriamo a quanto ammonta.

Vuoi presentare richiesta per la NASpI? Devi possedere necessariamente questo requisito

Come abbiamo anticipato, oltre allo stato di disoccupazione, il presupposto essenziale per percepire la NASpI è il possesso di un determinato requisito contributivo. Sono, infatti, necessarie almeno 13 settimane nei 4 anni antecedenti l’inizio del periodo di disoccupazione.

requisiti NASpI
Per ottenere la NASpI bisogna possedere determinati requisiti (cityzen.it)

A tal fine, sono utili:

  • i contributi previdenziali;
  • i contributi figurativi per la maternità obbligatoria;
  • i periodi di lavoro all’Estero negli Stati UE oppure convenzionati, nei quali è contemplata la possibilità di totalizzazione;
  • i periodi di lavoro svolti totalmente in un diverso Paese UE, se si tratta di lavoratori frontalieri o transfrontalieri;
  • i periodi di astensione dal lavoro per malattia dei figli.

Non possono, invece, essere utilizzati per la maturazione del requisito contributivo ai fini della NASpI i versamenti figurativi derivanti da: malattia e infortunio sul lavoro, Cassa Integrazione Straordinaria e Ordinaria con sospensione dell’attività a zero ore, contratti di solidarietà, assenza per permessi e congedi riconosciuti per l’assistenza ai disabili gravi, aspettativa non retribuita per funzioni pubbliche elettive o cariche sindacali.

Sono inefficaci, infine, i periodi lavorativi svolti all’Estero, presso Paesi con i quali l’Italia non ha stipulato accordi in ambito di assicurazione contro la disoccupazione.

Impostazioni privacy