Stiamo sul serio per dire addio allo SPID? Le ultime novità rivelatrici della verità

A breve si prevede l’addio allo SPID e l’introduzione di una nuova forma di identità digitale che gli italiani dovranno imparare a conoscere. 

L’Europa impone un cambiamento che colpirà inevitabilmente anche lo SPID. Verrà surclassato da un diverso sistema di identità digitale volto a semplificare ancora di più l’interazione tra cittadini e Pubblica Amministrazione.

Lo SPID verrà cancellato
Niente più SPID, cosa lo sostituirà (Cityzen.it)

Le credenziali digitali sono necessarie per accedere ai servizi telematici della Pubblica Amministrazione.  La più comune forma di identità digitale è lo SPID seguita dalla Carta di Identità Elettronica e dalla Carta Nazionale dei Servizi. Lo SPID si attiva velocemente tramite provider come Poste Italiane e il suo utilizzo è semplice una volta imparata la procedura di accesso e memorizzato il PIN. Gli italiani hanno imparato a servirsene per entrare nel sito dell’INPS, in quello dell’Agenzia delle Entrate, per accedere a PagoPa. Ebbene, presto verrà introdotta una nuova identità digitale chiamata IT Wallet. Una rivoluzione digitale che interesserà tutti i cittadini e sostituirà non solo lo SPID ma anche le altre identità digitali attive al momento.

Arriva IT Wallet, quando sostituirà lo SPID

Nel 2025 sarà introdotto un nuovo sistema di identificazione digitale chiamato IT Wallet, Nel 2024 comincerà ad essere utilizzato in via sperimentale per poi diventare ufficiale e l’unica forma attiva il prossimo anno. La rivoluzione avverrà non solo in Italia ma in tutti i Paesi UE per facilitare lo spostamento delle persone e la fruizione dei servizi nell’Unione Europea.

IT Wallet sostituirà lo SPID
IT Wallet sostituirà lo SPID (Cityzen.it)

IT Wallet si presenta come un portafoglio elettronico che raccoglierà diversi documenti cartacei che diventeranno digitali. Nel 2024 sarà rilasciato a poche persone e avrà funzionalità limitate per poi diventare completo nel 2025. IT Wallet conterrà la carta di identità, la tessera sanitaria, la tessera elettorale, la patente di guida, il passaporto. Tutti questi documenti saranno a portata di mano sullo smartphone visto che IT Wallet sarà ospitata dall’APP IO.

Si prevede una continua evoluzione per il portafoglio digitale che negli anni si implementerà di nuove funzioni e raccoglierà altri documenti oltre quelli citati. Parliamo, ad esempio, dei certificati professionali, dei titoli di studio, della documentazione medica. La propria vita, dunque, si troverà in un’unica app scaricabile sullo smartphone. Come avverrà questo cambiamento? L’idea del Governo è di permettere ai 34 milioni di italiani dotati oggi di SPID di passare in automatico all’uso dell’identità digitale IT Wallet. Ciò dovrebbe accadere, come detto, entro il 2025. Il passaggio in maniera automatica faciliterebbe la Pubblica Amministrazione ma anche i cittadini che non dovranno agire in autonomia per creare la nuova identità digitale.

Impostazioni privacy