Sorprese Kinder anni 80/90: se in casa hai ancora una di queste possiedi un tesoro, sono quelle che valgono di più

Il Kinder Sorpresa ha reso felici intere generazioni di bambini, e continua la sua missione;  le sorprese oggi sono richiestissime.

Soprattutto quelle che si trovavano all’interno dei famosi ovetti oggi valgono anche alcune migliaia di euro. Averle collezionate, dunque, può regalare un bel gruzzolo.

quanto valgono le sorprese kinder
Alcuni personaggi degli ovetti Kinder oggi valgono tantissimo – Cityzen.it

Il successo degli ovetti al cioccolato con la sorpresa al suo interno deriva da una grande intuizione: semplicemente, ai dipendenti della fabbrica venne chiesto come mai ai bambini piaceva tanto l’uovo di Pasqua, e allora fu deciso di realizzare un prodotto che ricordasse la Pasqua tutti i giorni.

Kinder Sorpresa sbarcò dunque sul mercato nel 1974, e da allora Ferrero continua a regalare emozioni. Forse però nessuno si immaginava che quelle piccole sorprese sarebbero diventate anche oggetto di collezione.

Quali sono le sorprese Kinder più quotate del momento? Ecco quelle che valgono di più in assoluto

Le soprese, tra giochi e pupazzini, che negli anni sono stati inseriti negli ovetti sono davvero tanti, ma proprio negli anni 80-90 vennero create anche delle serie a tiratura limitata.

quali sorprese kinder valgono di più
Le sorprese Kinder hanno fatto la storia – Cityzen.it

Quelle serie, oggi, valgono tantissimo, soprattutto se complete, anche se persino i singoli personaggi sono moto richiesti e pagati bene. Sicuramente i personaggi più amati e quotati sono i Puffi Olimpionici, anno 1983: il fortunato che ha il set completo di 8 pezzi può guadagnarci anche 2.600 euro. I singoli personaggi sono egualmente ricercati, ad esempio Puffetta che salta la corsa vale 400 euro e il Puffo coi trampoli anche più di 1.000 euro.

Molto ambiti sono anche gli Squalibaba e i Luna Park, anno 1995, che se conservati bene possono anche valere più di 150 euro a set. Nel 1992, inoltre, venne creata la collezione dei Coccodrilli, un set di 10 pezzi. Chi ha ancora qualcuno dei personaggi può guadagnare dai 4 ai 30 euro l’uno. Insieme ai Puffi, infine, erano particolarmente amati (e dunque oggi collezionati) gli  Happypotami, inseriti negli ovetti nel 1991.

Il set era composto da 10 pezzi e ogni singolo pezzo può valere dai 2 ai 10 euro, ma la collezione completa sfiora 50 euro, e se c’è anche la cartina si arriva anche a più di 200 euro. Cercando tra le varie quotazioni e tra gli annunci online, scopriamo che la cartina da sola vale almeno 15 euro, e che i pezzi più ricercati sono Bulli Building (10 euro), Susi Dai (6 euro) e Boi Vanitoso (5 euro). 

Non resta dunque che andare a frugare in soffitta e sperare di ritrovare qualche pezzo quotato. Ma anche se negli anni passati non abbiamo fatto in tempo a collezionare i migliori, possiamo comunque iniziare con le sorprese odierne. Chissà che i personaggi di Harry Potter, i Funko, i Natoons e gli altri non valgano oro tra qualche anno.

Impostazioni privacy