Quattordicesima a rischio se non si presenta questo importante documento: il trucco per salvare la prestazione

I beneficiari della quattordicesima devono inviare una certificazione per l’accredito dell’importo spettante. In cosa consiste? Scopriamolo.

La quattordicesima mensilità è una retribuzione aggiuntiva che spetta a determinate categorie di lavoratori e ad alcuni pensionati.

quattordicesima mensilità
Alcuni pensionati rischiano di non ricevere la quattordicesima – Foto Canva (cityzen.it)

Per i lavoratori, si tratta di una prestazione che ha natura contrattuale e, dunque, viene regolata dai Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro di riferimento. Ad esempio, prevedono la quattordicesima i CCNL commercio, terziario, turismo, autotrasportatori e logistica, alimentare, vigilanza privata e servizi fiduciari.

Hanno, inoltre, diritto alla mensilità aggiuntiva i pensionati ex dipendenti e gli autonomi iscritti a una delle gestioni dell’Assicurazione Generale Obbligatoria oppure alle forme sostitutive, esclusive ed esonerative della stessa.

La quattordicesima viene pagata, di norma, nei mesi estivi, tra giugno e luglio. Per i pensionati che maturano i requisiti richiesti dopo il 31 luglio, tuttavia, l’accredito slitta a dicembre. Ma in alcuni casi, la mensilità aggiuntiva potrebbe non essere pagata. Cosa bisogna fare per rimediare? Gli interessati devono inviare all’INPS una specifica documentazione, ecco quale.

Mancato pagamento quattordicesima sulla pensione: il metodo per avere le somme spettanti

Affinché i pensionati ricevano la quattordicesima mensilità, è necessario che ricorrano due requisiti:

ricostituzione quattordicesima
Per evitare il blocco della quattordicesima, bisogna inviare un documento all’INPS – Foto Canva (cityzen.it)
  • il raggiungimento dei 64 anni di età;
  • un assegno previdenziale fino a 1,5 volte il trattamento minimo INPS. L’importo è erogato in misura parziale, invece, per chi percepisce un assegno fino a 2 volte il trattamento minimo.

Potrebbe accadere che, anche se in possesso di tutti i requisiti necessari per ottenere la quattordicesima, i pensionati non ricevano alcun importo. In tal caso, possono inviare all’INPS la cd. domanda di ricostituzione reddituale per quattordicesima e ricevere le somme.

L’istanza può essere presentata da tutti i pensionati del settore pubblico e privato, percettori di pensione di vecchiaia o anticipata oppure di pensione di invalidità; possono procedere anche i superstiti titolari di pensione indiretta.

La domanda di ricostituzione reddituale per il versamento della quattordicesima ai pensionati può essere inoltrata con una delle seguenti modalità:

  • telematicamente, tramite il sito ufficiale dell’INPS. Basta accedere con una delle credenziali digitali SPID, CIE o CNS e cliccare sulle icone: “Pensione e Previdenza” – “Domanda di pensione” – “Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, Certificazioni, APE Sociale e Beneficio precoci” -“Variazione pensione” – “Quattordicesima“;
  • rivolgendosi a un patronato abilitato all’inoltro della documentazione;
  • telefonando il Contact Center Integrato al numero verde 803.164 (gratuito, da rete fissa) o il numero 06.164.164 (da rete mobile a pagamento, a seconda del piano tariffario dei gestori telefonici).

Ricordiamo, infine, che se il pensionato ha raggiunto i requisiti per la quattordicesima negli anni precedenti, tramite la ricostituzione ha diritto anche al riconoscimento degli arretrati.

Impostazioni privacy