Pesticidi presenti in molti marchi di miele: la situazione è preoccupante

I consumatori sono preoccupati per la qualità del miele in vendita nei supermercati. Esami hanno evidenziato tracce di pesticidi. 

Uno studio condotto in Svizzera ha rivelato una verità amara per i consumatori. Tante marche sono contaminate da pesticidi dannosi per la salute delle persone, in primis glifosato – erbicida possibilmente cancerogeno.

Miele, allarme pesticidi! I marchi incriminati
Miele, allarme pesticidi! I marchi incriminati (Cityzen.it)

Il miele è un prodotto dalle molteplici proprietà benefiche per la salute. Viene consumato in tutto il mondo e utilizzato per alleviare i sintomi del raffreddore e dei malanni influenzali. Ci sono alcune curiosità sul miele molto particolari.  Conservato sottovuoto non va mai a male perché è una sostanza poco umida e molto acida. Di conseguenza è inutile conservarlo nel frigo.

Sapevate che non tutte le api fanno il miele ma soprattutto sapevate che non solo le api fanno il miele? La Vespa Messicana ne è produttrice ma il miele prodotto non può essere commercializzato perché le vespe si nutrono anche di fiori tossici per l’uomo. Incredibile sapere, poi, che esistono varietà di miele viola, azzurro e verde prodotte da api degli Stati Uniti. Quante curiosità sul miele, questo prodotto diffuso ampiamente anche nell’Antico Egitto. Ma i pesticidi rischiano di rovinarlo.

Pesticidi nel miele, quali marchi si salvano

Lo studio svizzero ha portato alla luce una verità spiazzante per i grandi consumatori di miele. Alcuni marchi contengono pesticidi tra cui il glifosato considerato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità possibilmente cancerogeno. In Europa, però, continua ad essere legalmente usato seppure con molta probabilità sia rischioso per l’uomo. Le analisi dei ricercatori hanno rilevato anche tracce di alcaloidi pirrolizidinici in diversi campioni di miele.

Lo studio sui pesticidi nel miele
Lo studio sui pesticidi nel miele (Cityzen.it)

Si tratta di sostanze chimiche tossiche correlate allo sviluppo del cancro. In due campioni, poi, è stato trovato dell’Amitraz, insetticida pericoloso per il sistema nervoso umano. Bandito dalla Svizzera, è legale in Spagna e potrebbe arrivare in Italia. Meglio optare, dunque, per i prodotti biologici privi di pesticidi e fitofarmaci e con un contenuto d’acqua inferiore tale da garantire una maggiore qualità del miele. Quali marchi si sono “salvati” dall’indagine svizzera?

Vincitore del test è Demeter Spring Blossom Honey, venduto anche in Italia anche se la varietà testata potrebbe essere differente. A seguire hanno ottenuto un punteggio positivo risultando privi di pesticidi i prodotti Coop Naturaplan, Migros Bio e Alnatura. I controlli effettuati in Italia non hanno certo fornito risultati migliori rispetto la ricerca svizzera. Il 50% delle verifiche hanno riportato la presenza di pesticidi. Il consiglio è di optare per prodotti biologici anche se costano più cari. 

Impostazioni privacy