Nuovo Bonus da 500 euro per gli studenti: richiedilo subito nel 730!

Con la Dichiarazione dei Redditi è possibile detrarre le spese per l’istruzione e ottenere un Bonus da 500 euro. A quali studenti spetta?

Gli studenti universitari hanno diritto a una particolare tipologia di detrazione IRPEF, che ha lo scopo di tutelare i nuclei familiari che sono costretti ad affrontare ingenti spese per l’istruzione dei figli.

bonus studenti
Gli studenti hanno diritto a un Bonus da 500 euro (cityzen.it)

Con l’agevolazione, infatti, è possibile ottenere un risparmio fiscale fino a 500 euro. Ma vediamo a quali studenti è riservata l’agevolazione, quali sono i requisiti e la procedura da seguire per poterla ottenere.

Bonus studenti universitari fino a 500 euro: a chi spetta e come di richiede?

Per quest’anno accademico, le famiglie in cui ci sono studenti universitari fuori sede possono chiedere un Bonus fino a 500 euro, per sostenere le spese per i contratti di affitto.

bonus studenti universitari
Gli studenti universitari possono ottenere una vantaggiosa detrazione IRPEF (cityzen.it)

Il beneficio è erogato sotto forma di detrazione IRPEF sui costi del canone di locazione annuale, entro un importo massimo di 2.633 euro. Per ottenerlo, dunque, è obbligatorio presentare la Dichiarazione dei Redditi tramite Modello 730.

In particolare, i richiedenti devono inserire, nel Quadro E della modulistica, nei righi da E8 a E10, nella sezione “Altre spese”, il codice “18” nella colonna 1 e indicare l’ammontare delle spese di locazione per gli universitari fuori sede nella colonna 2.

Per accedere al Bonus è necessario la stipula di un regolare contratto di locazione o di ospitalità, assegnazione in godimento o locazione contratti con Enti per il diritto allo studio, l’Università, i Collegi Universitari o gli Enti senza fini di lucro e le cooperative.

Sono escluse dalla detrazione le spese condominiali, quelle per il riscaldamento e il deposito cauzionale dell’affitto.

Il Bonus spetta esclusivamente agli studenti iscritti presso università situate in un Comune differente da quello di residenza e in un’altra Provincia, ad almeno 100 km di distanza. L’immobile affittato, inoltre, deve trovarsi nello stesso Comune dell’università oppure in un Comune vicino.

Non possono richiedere il Bonus studenti universitari coloro che risultano iscritti presso università ubicate nello stesso Comune di residenza o che si trovano a una distanza inferiore a 100 km (anche se in una Provincia diversa).

Nel caso in cui sia stato richiesto il Bonus tramite il Modello 730, è necessario conservare la documentazione attestante le spese sostenute per l’affitto e, cioè, la copia del contratto di locazione, le ricevute di pagamento e la certificazione affine, come estratti conto bancari, copie di bollettini postali e pagamenti tramite PagoPA o applicazioni simili.

Ricordiamo, infine, che questa agevolazione non va confusa con il Bonus università stanziato per il biennio 2024-2026 con i fondi del PNRR, con lo scopo di creare nuovi posti letto negli alloggi universitari.

Impostazioni privacy