Novità del 2024, arriva il bonus di 2.000 euro per i dipendenti che hanno figli: ecco i fortunati

Tutti i dipendenti privati hanno diritto ad un nuovo bonus che ammonta a 2.000 euro: vediamo i requisiti, i casi e come fare domanda.

Ci sono delle buone notizie per quanto riguarda i dipendenti italiani: arrivano, da parte dell’Agenzia delle Entrate, tutte le indicazioni necessarie per poter accedere al bonus di 2.000 euro. Simile misura è stata pensata esclusivamente, come detto prima, per i dipendenti che hanno figli a carico ed è stata introdotta dalla recente Legge di Bilancio 2024.

bonus 2.000 euro, che cos'è?
In arrivo il nuovo bonus di 2.000 per i dipendenti privati – Cityzen.it

Tuttavia, c’è il bisogno di fare un chiarimento: non si tratta di soldi liquidi che possono essere spesi, ma più che altro di rimborsi o misure simili. Sicuramente, però, proprio come nella prima alternativa, si tratta di un aiuto da non sottovalutare. Dopo questa piccola presentazione, passiamo al vivo dell’articolo e cerchiamo di capirci meglio qualcosa.

Leggi anche: Congedo retribuito con o senza 104: la documentazione da presentare per ottenerlo ogni anno

Che cos’è il nuovo bonus di 2.000 euro previsto dalla Legge di Bilancio 2024?

Per definizione, il bonus di 2.000 euro è rivolto a tutti quei lavoratori che hanno dei figli a carico e si presenta sotto la forma di somme oppure di rimborsi che sono connessi allo stipendio. Scendendo di più nel particolare, stiamo parlando della figura del fringe benefit. Lo scopo di una simile misura è quella di sostenere le famiglie andando a limitare l’impatto che l’inflazione ha avuto sui redditi.

Scendendo ancora di più nel particolare, non stiamo parlando, come detto prima, di un bonus in forma di denaro, ma di una sorta di servizio. Per chi non lo sapesse i fringe benefit, che in italiano si traducono come “benefici secondari”, non sono altro che degli aiuti accessori, chiamati anche “compensi in natura” e che vengono erogati in busta paga. Il loro scopo è quello di soddisfare le varie esigenze dei lavoratori.

Per capire ancora meglio di cosa stiamo parlano, sono un esempio di fringe benefit il cellulare aziendale, i buoni pasto, i prestiti agevolati, le auto aziendali, i corsi di formazione, le borse di studio e tanto altro ancora.

La tipologia di lavoratori previsti e come richiedere il bonus

Secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2024, il bonus in questione spetta solo ai dipendenti privati che hanno figli. Questo discorso vale anche per chi ha un figlio riconosciuto fuori dal matrimonio, adottato oppure in affido. Il rimborso spetta agli amministratori, lavoratori autonomi occasionali, collaboratori tipo CO.CO.CO e altri soggetti percettori di redditi di lavoro assimilato. Da come si è potuto capire, simile misura non spetta ai dipendenti statali.

Infine, per poter accedere a un simile bonus, il lavoratore dipendente in questione deve fare presente al proprio datore di lavoro di averne diritto, presentando il codice fiscale dei vari figli a carico, oppure dell’unico figlio. Non è prevista una forma specifica per una simile dichiarazione, pertanto la stessa può essere concordata da entrambe le parti.

Impostazioni privacy