Massima allerta per i furti di fentanil in farmacia e negli ospedali: la sostanza può essere letale

Il Ministero della Salute ha diramato un’allerta di grado 3 a causa dei ripetuti furti di farmaci contenenti fentanil. Gli effetti della sostanza sulla salute sono catastrofici.

Sale la preoccupazione per i ricorrenti furti di medicinali e preparati farmaceutici a base di fentanil.

furto fentanil
Allarme per i furti di fentanil (cityzen.it)

Il Ministero della Salute ha esortato le farmacie, gli ospedali e i depositi farmaceutici a vigilare attentamente. Gli operatori sanitari, invece, devono segnalare eventuali pazienti che presentano sintomi riconducibili al consumo di tale sostanze, come euforia, confusione, sonnolenza.

I fentanili vengono venduti nel mercato illecito come sostituti degli oppioidi oppure come stupefacenti, al posto dell’eroina (o miscelati con quest’ultima). In alcuni casi, sono utilizzati per creare medicinali contraffatti oppure vengono mescolati con altre droghe, come la cocaina.

Negli ultimi mesi, purtroppo, sono aumentati gli episodi di sequestro, intossicazione e decesso, sia in Italia sia negli altri Paesi europei e negli Stati Uniti d’America.

Furti di fentanil nelle farmacie e negli ospedali: quali sono gli effetti collaterali della sostanza?

Farmacie e ospedali devono adottare tutte le misure necessarie per prevenire furti di fentanil e suoi derivati e gli operatori sanitari devono prestare massima attenzione ai pazienti che presentano sintomi quali rilassamento, euforia, riduzione del dolore, confusione, sonnolenza, vertigini, nausea, vomito, ritenzione urinaria, costrizione pupillare e depressione respiratoria.

overdose fentanil
Il fentanil può avere effetti letali (cityzen.it)

Il Ministero della Salute ha, infatti, specificato che questi sono i tipici effetti che gli oppioidi producono sugli esseri umani.

Gli effetti collaterali del fentanil sono addirittura 10 mila volte superiori a quelli della morfina e anche piccole quantità possono provocare intossicazioni letali.

L’Unità SNAP (Sistema Nazionale di Allerta Precoce sulle Sostanze Psicoattive) ha dichiarato che il fentanil è diventato la principale causa di overdose negli Stati Uniti, causando, solo nel 2022, più di 100 mila decessi. A febbraio 2023, il presidente Joe Biden ha annunciato che la crisi del fentanil è un’emergenza nazionale, diffondendo anche un allarme internazionale per la possibile diffusione illecita della sostanza.

Anche in Europa, purtroppo, è stato rilevato un forte incremento della diffusione di fentanili sul mercato illecito, soprattutto, a causa della vendita online. Questo fenomeno ha portato anche nei Paesi europei a un aumento del numero dei decessi dei soggetti tossicodipendenti che usano il fentanil come droga.

Nell’ultimo anno sono stati registrati, in tutto 137 morti, in Germania, Lituania, Austria, Danimarca, Finlandia, Estonia, Slovenia, Portogallo, Ungheria e Lettonia.

Anche se, per il momento, la diffusione dell’oppioide in Europa sembra contenuta, la minaccia di una sua massiccia diffusione è molto alta e rischia di mettere in pericolo la salute soprattutto dei più giovani.

Impostazioni privacy