La richiesta di aggravamento della Legge 104 è a pagamento? La risposta non lascia dubbi

Le condizioni di salute del titolare di Legge 104 potrebbero peggiorare nel tempo con conseguente richiesta di riconoscimento dell’aggravamento.

La Legge 104 è concessa alle persone con minorazioni fisiche, psichiche e sensoriali che limitano l’autonomia personale e creano condizioni di svantaggio sociale. La minorazione potrebbe peggiorare nel tempo, cosa può fare il disabile per ricevere più aiuti?

L'aggravamento 104 si paga?
Quanto costa la richiesta di aggravamento 104 (Cityzen.it)

Alcune patologie comportano minorazioni non stabili che nel tempo potrebbero migliorare o peggiorare. Se l’evoluzione dovesse risultare negativa, il titolare di Legge 104 potrebbe approfittare del diritto di richiedere il riconoscimento dell’aggravamento della sua condizione ottenendo, così, un nuovo grado di invalidità. Aumentare la percentuale di disabilità significherebbe avere accesso ad un maggiore numero di prestazioni assistenziali concesso dalla 104.

L’interessato dovrà agire in prima persona per chiedere una nuova visita all’INPS in modo tale che una Commissione Incaricata possa accertare il peggioramento dell’invalidità. Condizione necessaria è aver riscontrato un aggravarsi della disabilità rispetto a precedenti accertamenti medici. In generale la Legge 104 preventiva tre livelli di gravità, l’handicap senza connotazione di gravità, in situazione di gravità e superiore ai 2/3.

Legge 104: come avviare la procedura di riconoscimento dell’aggravarsi della disabilità

Nel momento dell’aggravamento delle condizioni di salute, il disabile dovrà recarsi dal proprio medico curante per chiedere la compilazione di un certificato introduttivo con richiesta di una visita medica. Tale certificato dovrà essere inoltrato dal dottore all’INPS e dovrà indicare le patologie che affliggono il paziente nonché le complicanze che hanno causato il peggioramento delle condizioni di salute.

Aggravamento Legge 104, come richiederlo
Come richiedere una nuova visita medica (Cityzen.it)

Il documento dovrà contenere anche la precedente domanda di invalidità e gli accertamenti diagnostici che attestano l’aggravarsi della disabilità. Il medico consegnerà al paziente la ricevuta di trasmissione online completa di codice identificativo che l’interessato dovrà comunicare al momento dell’inoltro della domanda di riconoscimento dell’invalidità all’INPS. L’ente, accolta la richiesta, comunicherà al disabile data, luogo e orario della visita medica. Si potrà richiedere una visita domiciliare qualora non sia possibile uscire da casa per motivi di salute ma l’istanza dovrà essere sostenuta da un certificato medico inoltrato minimo cinque giorni prima della visita presso l’ambulatorio.

Durante la visita la Commissione incaricata valuterà le nuove condizioni di salute del disabile. Il medico esperto in medicina legale, due medici del lavoro, un medico INPS e un rappresentante dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili redigeranno un verbale elettronico con l’esito. Se l’invalidità attestata è inferiore al 75% allora l’INPS invierà il responso al cittadino mentre con invalidità superiore al 75% l’INPS non solo invierà il verbale ma avvierà la procedura di erogazione delle prestazioni economiche. Il tutto senza dover pagare nulla.

Impostazioni privacy