ISEE per Carta Dedicata a Te: l’importo che ti permette di avere i benefici

Ecco qual è il reddito ISEE da rispettare per ottenere i benefici concessi dalla Carta Dedicata a Te: tutto quello che devi sapere.

Non è di certo un periodo storico facile, quello che stiamo vivendo. L’emergenza climatica impone serie riflessioni sulle nostre abitudini, mentre a livello internazionale ci sono dei conflitti che mettono a rischio equilibri economico-politici davvero delicati. Sul fronte nazionale, poi, stiamo subendo dei rincari che mettono a dura prova tutte le famiglie e che coinvolgono molti beni di prima necessità, dai generi alimentari alla benzina.

Carta Dedicata a Te, come avere i benefici
Carta Dedicata a Te, come avere i benefici: ecco l’ISEE da rispettare (cityzen.it)

In un panorama di questo tipo, il governo guidato da Giorgia Meloni ha pensato a dei modi per sostenere le famiglie italiane più bisognose, soprattutto per quelle che sono le necessità primarie e imprescindibili. Oggi parliamo della Carta Dedicata a Te: ecco come funziona e qual è l’ISEE da rispettare per ottenerla.

Carta Dedicata a Te: tutto quello che devi sapere

Destinata alle famiglie più bisognose, la Carta Dedicata a Te viene riconfermata anche nel 2024. Per accedervi, così come l’anno scorso, anche quest’anno è necessario rispettare alcuni requisiti, tra cui spicca l’ISEE. Questo parametro considera il reddito, la composizione del nucleo famigliare e il patrimonio e, nel caso della Carta Dedicata a Te, deve essere inferiore ai 15mila euro, quindi deve indicare una situazione economica non agiata.

Carta Dedicata a Te, come avere i benefici
Carta Dedicata a Te, come avere i benefici: ecco l’ISEE da rispettare (cityzen.it)

Inoltre, i beneficiari devono far parte di una famiglia composta da almeno tre membri, di cui uno minore di quindici anni. A seguire, in seconda posizione tra i richiedenti si collocano i nuclei con almeno un membro con meno di 19 anni. Per richiedere l’ISEE 2024 è necessario compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica e presentarla a un intermediario autorizzato o un CAF: importante è però farlo entro la primavera, così che si abbia poi il tempo di formalizzare la richiesta della Carta Dedicata a Te.

In generale, però, si suppone che la data di scadenza per presentare l’ISEE verrà fissata dopo il 15 marzo, quindi si ha ancora un po’ di tempo a disposizione. Una volta compilato e presentato l’ISEE, ogni Comune del territorio italiano valuterà la situazione economica dei nuclei famigliari presenti sul proprio territorio e, di conseguenza, valuterà quali possono accedere alla Carta Dedicata a Te. Quindi massima attenzione alla compilazione e alla presentazione dell’ISEE, da cui dipende l’ottenimento o meno di un contributo così importante per chi ha grosse difficoltà economiche.

Impostazioni privacy