Guadagna con le App, puoi vendere oggetti fatti a mano a buon prezzo: quali scaricare e come funzionano

Per vendere oggetti fatti a mano, occhio a queste app: inserzioni e vendita, sito Web, e-commerce e altri dettagli sul tema

La diffusione della tecnologia apre le porte a tante e diverse possibilità che possono esser sfruttare dalle persone creative per la vendere oggetti fatti a mano e guadagnare qualcosa tramite i propri hobby. Vi sono infatti diverse strade da poter seguire grazie ad alcune app che consentono la creazione di inserzioni e la vendita degli articoli hand-made, così come per la gestione di un portale Web, un e-commerce con i requisiti del negozio online.

App per vendere oggetti fatti a mano
Quali sono le app per vendere oggetti fatti a mano e come funzionano – cityzen.it

In primo luogo c’è Etsy per Android, iOS e iPadOS, tramite cui vendere e comprare articoli fatti a mano, ma anche quelli vintage ed altro ancora. Si possono in breve creare inserzioni contenenti i propri prodotti, andando ad aggiungere elementi come la descrizione, il tipo, i prezzi, le personalizzazioni e impostare la politica di reso e cambio oltre che le modalità di spedizione.

La vendita prevede di conoscere per bene le tariffe e le commissioni a cominciare dal negozio Standard, che non ha costi. Vengono applicate da Etsy tariffe di inserzione all’incirca a 0.18 euro per annuncio, la cui durata è di quattro mesi o sino alla vendita dello stesso articolo. In caso di vendita, si applica la commissione di transizione pari al 6.5%, spiega Aranzulla.it, con incluse le spese di spedizione.

Inoltre la commissione di gestione del pagamento attraverso Etsy Payments del quattro per cento più 0.30 euro. Qui è possibile approfondire tali ed altri aspetti. Vi è anche il piano Plus (9.20 euro mensili), per accedere a strumenti unici. L’impiego dell’app Etsy seller, dedicata i venditori, si rende necessaria per la creazione di un negozio su Etsy. È possibile svolgere la procedura dal portale ufficiale.

App per vendere online oggetti fatti a mano: le soluzioni Shopify e Subito.it, e non solo

Proseguendo con le diverse soluzioni per vendere online oggetti fatti a mano, nel caso della gestione di un e-commerce da remoto, laddove non si abbiano particolari conoscenze relative a progettazione e programmazione, occhio a Shopify. Quest’ultima permette l’elaborazione degli ordini, la gestione dei prodotti e il monitoraggio delle vendite, realizzando campagne di marketing pertinenti, si legge su Aranzulla.it

App per vendere oggetti fatti a mano
Etsy, Shopify, Subito.it e non solo: le app per vendere articoli fatti a mano – cityzen.it

L’utente può utilizzare il servizio per un mese ad un 1 euro, e poi occuparsi della scelta di uno dei piani di pagamento, sin da 21 euro mensili (fatturazione annuale). Si caricano i prodotti insieme a foto, descrizione e prezzo, si danno seguito ad ordini, rimborsandoli oppure archiviandoli. Al contempo, si possono acquistare e stampare le etichette di spedizione e conversare in tempo reale coi clienti.

Altresì, è possibile la vendita su più canali, come le piattaforme social, avviando anche una campagna di shopping intelligente in virtù di Google. L’app è disponibile sia per Android che iOS e iPadOS, e richiede di aver un account.

Si passa poi a Subito.it (per Android e iOS e iPadOS, nonché browser web via il portale ufficiale) perfetto per chi non ha intenzione di aprire l’e-commerce, ma preferisce una soluzione rapida e facile da usare subito per la pubblicazione di inserzioni e la vendita dei prodotti.  Dopo l’iscrizione si può iniziare a vendere senza spendere nulla, con la creazione gratis dell’annuncio, anche per chi volesse usare TuttoSubito, che gestire la spedizione ed i pagamenti in modo sicuro.

A pagamento ed opzionali, sono i servizi che consentono il potenziamento degli annunci già pubblicati gratis. Dopo l’accesso, l’utente può creare l’inscrizione per la vendita dei prodotti fatti a meno. Si inserisce l’annuncio nella sezione Vendi, si aggiunge la foto, e si inseriscono dettagli nella descrizione, rispondendo alle varie voci come categoria, Comune in cui si trova l’utente, il prezzo e così via. È bene approfondire sul portale le opzioni a pagamento per l’eventuale aumento della visibilità dell’annuncio e gli altri aspetti da sapere.

Ci sono, infine, altre soluzioni utile per raggiungere il proprio scopo, ovvero la vendita di oggetti fatto a meno. Ad esempio, da poter sperimentare tra le altre vi sono: Wix, Facebook Marketplace e Ebay, tutte e 3 disponibili su Android, iOS e iPadOS, con le ultime due per cui vi è disponibile anche la versione Web.

Impostazioni privacy