Gerry Scotti deluso da Amadeus? Non mantiene la promessa

Una promessa mancata e l’assenza di Gerry Scotti sul palco del  Teatro dell’Ariston: Amadeus ha voltato le spalle al collega?

Amadeus ha condotto anche questa edizione del Festival di Sanremo. “Questo sarà l’ultimo”, ha detto lui stesso. Affermazioni che attecchiscono nella mente del pubblico solo in parte. Il Festival di Sanremo è una droga ed è evidente che il conduttore si sia profondamente affezionato a tutto ciò che ne consegue.

Gerry Scotti, la stoccata ad Amadeus
Gerry Scotti, la stoccata ad Amadeus – cityzen.it

Quest’anno ad affiancare Amadeus erano presenti Giorgia, Teresa Mannino, Lorella Cuccarini, Fiorello e Marco Mengoni. Un gruppo eterogeneo e grande talento, che ha abbracciato il mondo della musica e della comicità. Ma qualcuno si aspettava la presenza di un’altra importante figura della televisione italiana, ovvero l’amatissimo presentatore Gerry Scotti. Presenza che però non si è concretizzata.

Gerry Scotti ed Amadeus, la promessa mancata

Il 2024 è l’anno di Gerry Scotti con i programmi a Caduta Libera, La Ruota della Fortuna e Io Canto Generation, previsti nella programmazione di Mediaset. Del resto Scotti è una colonna dell’emittente milanese e quindi il Biscione non può fare a meno di lui.

Gerry Scotti, la stoccata ad Amadeus
Gerry Scotti, la stoccata ad Amadeus – foto: ansa – cityzen.it

Ma oltre a questi impegni, si era parlato non molto tempo fa di una sua possibile partecipazione al Festival di Sanremo, che si è concluso ieri con la vittoria della giovanissima Angelina Mango, figlia del compianto Pino Mango.

Le voci volevano Scotti come co-conduttore del Festival, al fianco del suo amico e collega Amadeus. Una premio meritatissimo per un professionista impeccabile e di grande talento come Jerry. Le voci sono state alimentate dallo stesso Scotti assieme ad Amadeus. Ma in realtà, è stato lo stesso conduttore di Mediaset a spiegare che queste voci erano in realtà una semplice burla.

“Era una stupidata tra due stupidi”, ha detto Scotti. “Abbiamo fatto più casino di quello che dovevamo fare, ma era solo un gioco. E quindi le cose sono andate come tutti hanno visto. Il Festival si è svolto senza Scotti e le serate hanno riscosso tantissimo successo.

Ma non è detto che lo storico conduttore di Mediaset non salga prima o poi sul palco dell’Ariston. Anche perché, se Amadeus dovesse davvero abbandonare la conduzione e la direzione artistica del Festival, nascerebbe il problema del suo sostituto. Una bella gatta da palare per la Rai, che in quel caso dovrebbe trovare un sostituto all’altezza. E tra i nomi dei papabili c’è senza dubbio quello di Jerry Scotti.

Impostazioni privacy