Bonus idrico integrativo 2024, perché rinunciare al risparmio? Si può ancora recuperare ma per poco tempo

C’è un’occasione di risparmio che pochi cittadini conoscono. Si chiama Bonus idrico integrativo e permette di ridurre i costi in bolletta.

Siete certi di conoscere tutti i Bonus e le agevolazioni di cui potreste approfittare grazie al vostro ISEE? La lista è molto lunga ed è possibile che una misura sfugga inavvertitamente. Meglio recuperare prima che sia troppo tardi.

Bonus idrico integrativo, l'occasione che pochi conoscono
Bonus idrico integrativo, l’occasione che pochi conoscono (Cityzen.it)

I Bonus sono accumunati da alcune caratteristiche comuni. Richiedono dei requisiti da soddisfare per accedervi, generalmente requisiti reddituali oppure un determinato limite ISEE da non superare. Alcuni benefici si rivolgono esclusivamente a chi vive una condizione economica svantaggiata come l’Assegno di inclusione o la Carta Acquisti mentre altri hanno come destinatari una platea più ampia di cittadini arrivando oltre i 50 mila euro di ISEE (ad esempio l’Assegno Unico Universale).

Ogni Bonus rappresenta un’occasione di risparmio su una specifica spesa. La spesa alimentare, le spese scolastiche, le sedute dallo psicologo, le bollette di luce e gas. Sapete che c’è anche un Bonus che riduce i costi della bolletta dell’acqua? In pochi lo conoscono e l’hanno richiesto. Fortunatamente si fa ancora in tempo a recuperare la svista. I beneficiari possono inoltrare domanda di accesso alla misura fino al 30 maggio 2024. Vediamo chi può richiederla.

I requisiti per ottenere il Bonus idrico integrativo 2024

Beneficiarie sono le famiglie che versano in condizioni socio-economiche poco agiate. Nello specifico, requisito necessario è un ISEE entro i 9 mila euro per avere un rimborso di 25 euro per ogni componente del nucleo familiare ed entro i 20 mila euro per un rimborso di 20 euro. Altra condizione è la titolarità di utenze dirette o residenti in un’utenza indiretta appartenente per uso domestico residente.

Il Bonus idrico per le famiglie
Il Bonus idrico per le famiglie (Cityzen.it)

I paletti continuano. La richiesta può essere inoltrata solo dai residenti nei comuni gestiti da Abbanoa spa con contratto di fornitura del servizio idrico integrato (prevalentemente i residenti della Sardegna). Presto, però, potranno accedere al Bonus anche i residenti di Roma con contratto Acea Ato 2. Bisognerà pazientare perché il sito è in costruzione. Gli altri beneficiari, invece, devono farne domanda subito accedendo al portale bonusacqua.it o inviando una pec con allegato il modulo apposito.

Vale anche la consegna a mano o tramite raccomandata. L’importante è completare la richiesta con una copia del documento di identità, dell’ISEE e della bolletta con indicata l’utenza per la quale si richiede il contributo. Ribadiamo che il 30 maggio il sito non permetterà più l’inoltro della domanda di agevolazione. Poco tempo ancora, dunque, per ridurre i costi della bolletta dell’acqua.

Impostazioni privacy