Benzina e diesel, li paghi meno con i consigli di Altroconsumo: ti salvano il portafoglio

Pagare meno benzina e diesel è possibile con i consigli di Altroconsumo: ecco come tagliare la spesa in modo netto.

Negli ultimi mesi il costo è lievitato e le prospettive per il 2024 non sono migliori, quindi sicuramente intervenire su ciò che è possibile, come i consumi, è sicuramente indispensabile. Specie quando parliamo di benzina e diesel.

Benzina e diesel consigli Altroconsumo
Come pagare di meno benzina e diesel (cityzen.it)

Se i costi alla base infatti non si possono cambiare, ognuno ha il potere di andare a ridurre di una buona percentuale le spese, soprattutto facendo riferimento agli sprechi e a tutti quei dettagli che si sottovalutano ma sono essenziali.

Come pagare meno benzina e diesel secondo Altroconsumo

La questione del risparmio sul carburante si sviluppa su aspetti differenti, si va infatti dalla scelta del distributore giusto ai comportamenti migliori da adottare quando si è alla guida. Tutte pratiche differenti come manutenzione, tipologia di benzina scelta, utilizzo del mezzo che hanno una data percentuale di impatto.

Benzina e diesel paghi meno
I trucchi Altroconsumo per spendere meno per benzina e diesel (cityzen.it)

Il primo strumento utile e semplice per risparmiare sulle voci di spesa di benzina e diesel è sicuramente quello di preferire la modalità self al servito. In questo modo infatti si ha la possibilità di andare a fare benzina da soli ma di spendere circa il 9% in meno, una cosa importante e non poi così irrisoria.

Per dare un taglio netto ai costi si può scegliere anche di fare rifornimento nei punti giusti, questo vuol dire studiare qual è la pompa migliore nella propria zona. Quelle che vengono chiamate pompe bianche sono le più convenienti, si stima un risparmio del 4% sulla cifra totale, meglio quindi controllare sempre i prezzi esposti e fare una comparazione.

Attenzione anche alle voci applicate dai benzinai come ad esempio un costo sopra o sotto il prezzo medio. Oggi per legge questi vanno esposti insieme alle tariffe regionali per dare la possibilità al cliente di capire subito se conviene oppure no. Oltre alle questioni dirette del rifornimento però bisogna anche fare caso alle condizioni dell’auto, quindi alla manutenzione.

Una corretta manutenzione fa risparmiare il 20% che, unitamente al resto, ovviamente ha un impatto veramente importante. Bisogna, in special modo, fare attenzione a filtri d’aria, olio, pneumatici, ognuna di queste cose è fondamentale. Anche lo stile di guida non va sottovalutato, meglio ridurre la velocità per spendere di meno, basta viaggiare alla media di 110 chilometri orari anziché 130 per un risparmio del 20%.

Oggi anche la tecnologia aiuta molto, ci sono tantissime applicazioni che si possono utilizzare per questo scopo. Sono molto utili perché offrono tanti consigli e quindi consentono di avere sempre informazioni in tempo reale.

Impostazioni privacy