Apertura conto corrente, conviene scegliere uno tradizionale o online? Tutto quello che c’è da sapere

L’apertura di un conto corrente si può fare online oppure in maniera tradizionale: vediamo quali sono i pro e i contro 

Ognuno di questi due sistemi, tradizionale e online, ha pro e contro da valutare con attenzione prima di procedere, non solo per quanto riguarda l’aspetto propriamente finanziario ma anche per ciò che concerne la questione legata ai limiti di utilizzo.

Apertura conto corrente tradizionale online
Quale conto corrente scegliere (cityzen.it)

In alcuni casi è una questione di libera scelta, quindi tutto dipende da un fattore soggettivo ma talvolta potrebbe rappresentare un grave errore e una limitazione sceglierne uno piuttosto dell’altro. Ovviamente ci sono considerazioni generali da fare sull’uso ma anche una considerazione specifica quindi per tipologia di conto e di banca.

Conto corrente tradizionale o online? Quale conviene e perché

A differenza di dieci anni fa oggi scegliere un conto corrente è veramente difficile. Un tempo si sceglieva la filiale vicino casa oppure Poste Italiane, si apriva il conto e la questione era finita. Non c’era un’infinità di opzioni, non c’era la corsa in base agli omaggi, agli sconti e alle offerte.

conto tradizionale online
Conto corrente, i dettagli da valutare (cityzen.it)

Oggi la situazione è molto differente e quindi automaticamente anche più articolata. Per chi si appresta ad aprire o cambiare conto corrente ci sono molti fattori da tenere in considerazione, al punto da andare veramente in confusione. Ci sono due filoni, essenzialmente, quello delle banche tradizionali con sedi fisiche e quello delle banche online che quindi non hanno modalità di contatto diretto.

Questa differenziazione è importante perché per molte persone la mancanza di un rapporto diretto in caso di necessità può essere un problema, quindi bisogna valutare questo dettaglio che non è affatto secondario. Un’altra questione su cui ragionare è il breve termine o il lungo termine. Se si pensa a qualcosa di temporaneo allora va bene lasciarsi guidare da sconti e omaggi, se invece si vuole una banca e quindi un conto corrente per la vita, che sia duraturo e stabile, allora è meglio non guardare un’eventuale scontistica.

Ovviamente bisogna sempre valutare la credibilità bancaria, ma oggi è molto semplice farlo perché tutte le informazioni si trovano facilmente sul web. Diversa è la questione di chi ha preconcetti legati alle nuove banche. In Italia infatti queste banche digitali sono sempre legate a grandi gruppi, quindi, pur avendo nomi strani e particolari che sembrano nascondere delle insidie, in realtà sono perfettamente sicure e offrono molti vantaggi per chi opera solo online.

Quindi non c’è in assoluto un pro e contro che vinca su tutti, ognuno deve valutare caso per caso e questi sono gli elementi fondamentali su cui puntare. Attenzione, con particolare riferimento, a quelle banche che offrono IBAN esteri perché questa può essere una seccatura in fase di dichiarazione dei redditi.

Impostazioni privacy