Loredana Bisio

Perché Rebirthing?
Per ampliare la gioia alla vita, per rinascere passo dopo passo, giorno dopo giorno con una nuova consapevolezza. Ho incontrato la disciplina del Rebirthing in un periodo di elaborazione del lutto; in quegli anni la vita si era fermata, tutto era come in un fermo immagine, senza un perché, senza una direzione, tutto aveva perso senso . il lutto è come vivere un terremoto profondo, si ferma tutto, si perde tutto e non si sa da dove iniziare.La mia vita in quegli anni era come spenta e fù li, in quel periodo che mi avvicinai alla disciplina del rebirthing. La prima cosa che mi colpì era proprio il suo significato, rebirthing letteralmente significa rinascendo e mi dava la sensazione di tornare alla vita. Ho iniziato il percorso di crescita personale e di formazione con Matteo Manzini, presidente dell’associazione italiana di rebirthing e li, la mia vita è ricominciata. Il rebirthing mi ha permesso di tornare alla vita, di ampliare la gioia, la serenità, di fare progetti futuri e mi ha dato la possibilità di entrare nelle emozioni e nelle sfumature della vita.
 
Perché City Zen?
Entrare a City Zen è stato come entrare in un luogo energetico pulito, leggero dove obbiettivi solidali si uniscono con il benessere. Ricordo di avere respirato una sensazione di pace, armonia, accoglienza e benessere, sensazione che permane ogni volte che varco la porta d’ingresso; come se si lasciasse al di fuori, il caos , il pensieri e lo stress. Un luogo dove l’accoglienza è la pace diffondo un energia di leggerezza e armonia. La struttura
sembra espandersi in te. Qual è stato il tuo percorso? Circa quattro anni fa, ho iniziato a lavorare su me stessa frequentando la Scuola sulla lettura dell’aura; la scuola di rebirthing e la Scuola sull’allineamento Divino Vertebrale, guaritore spirituale filippino e yoga della risata. Nel mio percorso di crescita il respiro è alla base della mia vita e esperienza e oggi continuo a collaborare con Matteo Manzini, presidente dell’associazione Italia di rebirthing, ampliando il rebirthing allo yoga della risata